Insieme per costruire il programma della prossima Amministrazione

Centro Sociale Cipresso 14 marzo 2019

Per vivere bene nella città bisogna garantire condizioni ideologiche e strutturali. Il nostro programma è attraversato da un filo conduttore, un tessuto collettivo, la cultura della città. Così Paola Lungarotti, candidato sindaco saluta i cittadini di Cipresso insieme al sindaco Stefano Ansideri, ai rappresentanti delle liste, Filiberto Franchi per Forza Italia, Roscini Roberto per Paola Lungarotti Sindaco, Marilena Marino per Bastia Popolare e David Elmi, Fratelli d’Italia. “Le nostre idee insieme alle vostre faranno del concetto “cultura” ciò che deve essere tramandato alle future generazioni, come qualcosa che deve essere ricordato nel bello oltre che nel buono. Noi valorizzeremo questi aspetti della cultura dal territorio, dal sociale, all’attenzione all’ambiente, all’associazionismo, alla valorizzazione dei giovani, al lavoro, alla cultura d’impresa. Le nostre idee saranno raggruppate in obiettivi traducibili poi in azioni che torneremo a condividere con voi. Per obiettivi intendiamo la cultura del territorio come spazio vitale. Le scuole primarie di Bastiola e di Cipresso che si trasferiranno nella nuova scuola di XXV Aprile verranno recuperate come opere promotrici e trasmettitrici di cultura”. L’intervento di un’insegnante di Cipresso chiede che la scuola diventi un polo di aggregazione per ragazzi, mi piacerebbe – sottolinea – che diventi un laboratorio, un fab lab, dall’informatica, alla falegnameria, cercando di tornare a toccare materiali con le mani, è necessario che i ragazzi tornino a sperimentare con i sensi. Seguendo questo discorso Paola Lungarotti ricorda che Bastiola diventerà sede del coworking solidale dove le idee e la professionalità di laureandi e professionisti potranno generare progetti e innovazione, e non solo, “realizzeremo un sogno che i ragazzi chiedono da tempo – afferma – l’accademia della commedia dell’arte. In questa nuova visione del territorio stiamo lavorando da tempo anche su una nuova forma d’arte, la street art, l’arte urbana dei giovani, quest’anno Palio Open seguendo il tema della Sana Competizione si svolgerà allo stadio con i colori del graffitismo. Gli amministratori devono pensarsi come ponti per poter permettere ai giovani di esprimersi sul piano sociale, civile e civico. La politica deve essere responsabile e seria, noi vogliamo lavorare per la città e sulla città. Il concetto di lavoro muta come mutano i tempi, proprio per questo è importante la cultura d’impresa, l’alternanza scuola lavoro, la possibilità di portare gli imprenditori fuori dall’azienda per incontrare i giovani. I nostri imprenditori sentono questa realtà, per loro è importante dare lavoro ai nostri giovani. Stiamo lavorando anche sull’aspetto commerciale con reti di collaborazioni da tradurre in iniziative di aggregazione. Un punto fondamentale per noi è la filiera enogastronomica, pensiamo ad un salone dedicato all’enogastronomia, che vedremo con Umbriafiere. Insieme all’Università di Agraria vogliamo strutturare un Centro Studi agroalimentare. Il fine è mettere insieme tutte le frazioni in “Bastia del gusto”, il 30 e il 31 marzo realizzeremo il Fuori Salone in concomitanza con Umbriafiere, perché cultura è anche turismo”. Promuovere itinerari e percorsi nella nostra città. L’assessorato alla cultura nei prossimi cinque anni si occuperà anche del turismo perché Bastia deve far parte dei grandi flussi turistici. La realizzazione della piscina scoperta, un parco acquatico contribuirà a tutto questo. E lo sport che è salute e benessere vedrà la riqualificazione degli impianti sportivi e la realizzazione di un ciclodromo. Tante opere saranno finanziate attraverso un ufficio che si occuperà di studi e ricerche su bandi europei. La festa di Primavera di Cipresso farà parte dell’Agenda della città, perché Bastia è una, non esistono centro e frazioni. Per il territorio di Cipresso si è parlato della creazione di una pista ciclo pedonale e dei marciapiedi lungo via Cipresso fino a Bastia, della manutenzione e ammodernamento dell’area verde, del potenziamento del centro sociale riprendendo una vecchia idea che è quella di ampliare una zona coperta verso nord che potrebbe diventare palestra ed essere utilizzata anche da associazioni sportive.

Posted in Lungarotti Sindaco.