Insieme per costruire il programma della prossima Amministrazione

Centro Sociale di Borgo1°Maggio 24 marzo 2019

Paola Lungarotti ha incontrato i cittadini di Borgo 1° Maggio con Rustici Ramon Fratelli d’Italia, Filiberto Franchi per Forza Italia e Giulio Provvidenza per la lista Paola Lungarotti Sindaco.  La viabilità è stato uno dei temi che ha caratterizzato la serata. Stanzieremo una cifra che va da 800 mila a 1 milione di euro all’anno per la manutenzione sistematica della viabilità. 120 km circa di strade comunali saranno riasfaltate al massimo ogni 10 o 12 anni e così saranno sempre in ordine.  “Stiamo incatramando le vie di Borgo Primo Maggio, anche il prossimo intervento che riguarderà molte traverse è stato già finanziato. Sicuramente dovremo intervenire in via Spoleto, dovremo ragionare su un sistema di viabilità che consenta di rifare il marciapiede sul primo tratto di Via della Repubblica- ha detto Paola Lungarotti- sarà approvato in consiglio comunale lo schema di convenzione per assegnare il diritto di superficie al rione Portella per realizzare la sede e valorizzare il verde dietro il centro sociale, dopo 20 anni abbiamo risolto il problema delle sedi rionali, un punto molto importante per la città e per i ragazzi. Uno dei nostri obiettivi per valorizzare il territorio è proprio quello di far entrare Bastia tutta, centro e frazioni  nel percorso storico, culturale enogastronomico dei tour operator. Collegare passato e presente per ritrovare identità e memoria. Cultura in duplice veste: arricchimento intellettuale e morale del cittadino, motore di ricchezza economica. I giovani sono al centro del nostro programma, innovando e recuperando, il Co-working solidale nella scuola di  Bastiola, sede anche dell’accademia di recitazione, il recupero della scuola di Cipresso come sede decentrata della biblioteca e sede per centro di disturbi specifici dell’apprendimento, una volta che saranno trasferite nella nuova scuola di XXV Aprile”. Nel trattare l’argomento del sottopasso di via Firenze, è stato sottolineato che il 28 si terrà la conferenza di servizi per approvare il progetto dell’argine in sinistra idraulica del Tescio in modo da proseguire, mentre si progetta anche un piccolo intervento di destra. Dopo l’approvazione del progetto si partirà con la gara e poi con la realizzazione dell’argine che mette comunque in sicurezza una parte importante del quartiere. Appena collaudato l’argine si partirà con i lavori del buco del sottopasso che saranno preceduti da quelli di spostamento dei sottoservizi (enel, fogne…).

Il sottopasso è stato autorizzato a dicembre 2016, i soldi ci sono, lo deve fare Prelio che ha prestato una polizza fideiussoria da 5,5 milioni ed è pronto a dare il via ai lavori appena collaudato l’argine. Stiamo valutando una soluzione provvisoria per non chiudere per troppo tempo via Firenze e rendere più veloci i lavori. In alternativa prima si farà un senso unico alternato per fare i pali di contenimento, poi si sposteranno i sottoservizi e solo alla fine si chiuderà per fare il buco. Tempo necessario previsto 6 mesi. Se invece si va con la soluzione provvisoria, si farà una rampa a metà viale della stazione girando intorno al palazzo della farmacia e il traffico rimarrà sempre aperto.

Quello del candidato sindaco Paola Lungarotti non è stato un saluto ma un arrivederci, presto, per la presentazione del programma e per fissare appuntamenti che si ripeteranno di frequente per i prossimi 5 anni.

Posted in Lungarotti Sindaco.