Paola Lungarotti e la sua coalizione con i cittadini di Santa Lucia, “l’ascolto di ieri sono le nostre scelte di oggi”

29 aprile 2019

“Siamo qui per presentare il programma che insieme abbiamo trasformato in azioni – Paola Lungarotti saluta così i cittadini presenti a Santa Lucia – dalla cultura delle nostre individualità, del nostro pensiero nasce la cultura della comunità, della città tutta”. Insieme al programma è stato consegnato il lavoro svolto dall’amministrazione Ansideri “La città che cambia – Bastia Umbra 2009-2019-dieci anni di impegno responsabilità stabilità” perché dieci anni di sana amministrazione è la base da cui ripartire. Una nuova Bastia ora è possibile come ha illustrato il cartellone che ogni cittadino ha potuto vedere.  Il fine di chi amministra una città è il bene comune e la programmazione del bene comune. Con forza e serietà, impegno e determinazione, con lealtà, bisogna lavorare al “Recupero dell’esistente” come ha detto l’architetto Pietro Carlo Pellegrini, ambasciatore dell’Italian Design Day in un’intervista.  E’ importante sottolineare che Pellegrini è il realizzatore del progetto di recupero dell’ex mattatoio, sede futura della Casa della cultura e della Biblioteca comunale. I rappresentanti delle quattro liste della coalizione di centro destra hanno illustrato alcuni punti del programma, Marco Fortebracci per la lista civica, Paola Lungarotti Sindaco parla di cultura della solidarietà, del sociale e dello sviluppo.  “Questo è il bene comune, le azioni del nostro programma, aiuti concreti alle famiglie – afferma Fortebracci – aiutare le persone più fragili, anziani, disabili, minori. Rendere la città inclusiva, solidale, socialmente coesa. Promuovere politiche giovanili volte all’inserimento nel mondo del lavoro e alla partecipazione attiva. Maggiore flessibilità degli orari dei nidi, rafforzamento del CET ( Centro Educativo territoriale), aiuti per le prime cure in convenzione con le farmacie comunali, potenziamento del Piedibus, ma anche residenze per anziani, per i più deboli con la formula del co-housing. Istituire la figura del Garante dei Disabili, promuovere la cultura del “Dopo di Noi”. L’apertura di ambulatori solidali e punti di ascolto per fasce deboli. Incrementare il lavoro giovanile con il Coworking solidale, creare l’Accademia dei mestieri  nella ex scuola di Cipresso, lavorare sulla detassazione, per una politica che guarda tutta la città e tutte le persone”. Sforna Francesca per Bastia Popolare, spiega la sua scelta come candidata, una scelta sentita per l’impegno che Paola Lungarotti ha sempre dimostrato per i giovani. “Partire e ripartire con la cultura e il turismo. La cultura è il trampolino di lancio per l’economia di Bastia, per il turismo, perché Bastia tutta sia il fiore all’occhiello dell’Umbria, il centro. Il nostro progetto è di vedere la cultura da un doppio punto di vista, bagaglio personale e trampolino di lancio economico. Come? Con l’Agenda della città – continua Francesca – calendarizzazione degli eventi di tutto il territorio, in rapporto alle stagioni. Inverno dedicato all’arte, primavera dedicata all’ambiente, al verde, un giugno giovani, Bastia estate che tutti conoscete. La valorizzazione del Palio di San Michele come evento storico, entrare nel circuito dei tour operator per la promozione di percorsi storico artistici ed enogastronomici anche con promozioni, sull’acquisto di biglietti treno ed aereo, con l’organizzazione di eventi e iniziative da inserire nel calendario eventi del centro fieristico. Promuovere brand legati al cibo, per i turisti ma anche polo di attrazione per tutte le città umbre”. Una città viva, vivace che cresce economicamente deve essere sicura, per Fratelli d’Italia Iacono Claudio sottolinea che la città è dei cittadini che devono sentirsi bene, sentirsi sicuri. “Quello che è importante è la percezione dei cittadini del sentirsi sicuri. Quindi attuare il controllo di vicinato anche via up con le quali si può fare segnalazione alla Prefettura.  Deve esserci sinergia tra Comune, forze dell’ordine e i cittadini, bisogna creare rete anche con agenzie private. Potenziare il sistema di videosorveglianza, tra pubblico e privato. Garantire la serenità nella partecipazione ad eventi. La famiglia deve tornare al centro della politica del territorio. Pensiamo alla tassazione che si adatta al nucleo familiare, bisogna dare ai giovani la tranquillità del futuro. Fondamentali nel nostro programma sono i servizi per disabili affinché vivano la città a 360 gradi. L’amministrazione comunale ha il compito di facilitare la loro vita, impegnandosi nel supporto indispensabile affinché siano veramente cittadini”. Filiberto Franchi per Forza Italia parla della cultura dello sport “perché a Bastia abbiamo oltre 40 società sportive con oltre 4200 atleti che in questi anni non hanno avuto lo spazio, impianti al coperto.  Nel 1976 continua Franchi è stato costruito quello che noi chiamiamo “il palazzetto dello sport” in realtà non lo è, è uno spazio dove ci si può allenare ma non gareggiare,  non avendo omologazioni da parte del Coni, delle federazioni. Questo nel nostro programma è un punto focale perché lo sport è vita e dobbiamo dare la possibilità a tutti i ragazzi e a tutti gli atleti che hanno titoli italiani ed europei, dobbiamo dare loro un futuro. Uno dei nostri primi interventi è portare a compimento la palestra di XXV Aprile. Un impianto che ha avuto pochi giorni fa l’approvazione dell’omologazione del Coni. Lì, finalmente le società sportive potranno fare partite di campionato. Noi daremo l’opportunità a tutti di fare sport, anche alle fasce più deboli intervenendo con un contributo dove è necessario. Abbiamo la prima e unica squadra di pallamano in carrozzina, lo sport sociale è anche questo. Nei primi cento giorni creeremo una struttura per le società sportive, rimetteremo le luci allo stadio Carlo Degli Esposti. I ragazzi ci hanno chiesto una pista ciclabile anche per lo skateboard, per cross bike. Ma Bastia deve essere anche smart city, estendendo la wi fi ovunque, creando anche uno sportello per il cittadino, ampliando il digipass per tutti coloro che ne hanno bisogno. Un altro punto del nostro programma importante per i cittadini è il piano regolatore cimiteriale sul quale stiamo già lavorando”. I prossimi incontri con la cittadinanza si terranno il 2 maggio nel centro storico, nella sala espositiva delle Monache Benedettine e il 3 maggio nel centro sociale di San Lorenzo sempre alle ore 21.00 per conoscere i candidati della coalizione che presenteranno altri punti del programma del candidato sindaco Paola Lungarotti.

www.paolalungarottisindaco.it

Posted in Lungarotti Sindaco, Uncategorized.