Paola Lungarotti e la sua coalizione con i cittadini di Ospedalicchio per illustrare il programma amministrativo dei prossimi cinque anni.

7 maggio 2019

“Bastia è una, nella sua totalità e nelle sue peculiarità. Ospedalicchio è una comunità vivace con tanti giovani che si impegnano. La capacità di guardare negli occhi ce l’ho, conosco quello che è stato fatto e quello che c’è ancora da fare ma mai andrò come stanno facendo da una parte all’altra facendo promesse che non si possono mantenere. Condivisione, collaborazione, nelle nostre liste ci sono dei vostri rappresentanti. Raccoglierò le vostre pluralità e le farò diventare progetto. Avete un gruppo di giovani eccezionale, un centro sociale funzionale, aggregativo e io non sono qui in campagna elettorale, sono qui con i miei candidati della coalizione con la promessa che ci rincontreremo almeno ogni sei mesi come farò in tutto il territorio per confrontarci sempre sui progetti in atto e sulle vostre necessità”. Paola Lungarotti saluta così la cittadinanza di Ospedalicchio prima di dare la parola per presentare il programma amministrativo dei prossimi cinque anni a Lucrezia Vitulano, Bastia Popolare  per presentare la “Cultura del territorio” intesa come interesse all’incremento del valore del territorio comunale sia  nella sua interezza,  sia nella specificità delle frazioni; Cultura e valorizzazione del territorio per migliorare la fruizione e percezione del territorio da parte dei cittadini, ma per favorire la sua identificabilità e conoscibilità, nonché per rendere il medesimo attraente dal punto di vista degli investimenti.

Sono state affrontate le problematiche più rilevanti e le proposte come indicato nel programma. Si è parlato dei marciapiedi e della necessità di realizzare a breve quello per il cimitero, di pista ciclabile, di sottopasso (per soli pedoni, biciclette e automobili)  per collegare l’abitato di Ospedalicchio alla zona industriale oltre la superstrada, della  possibilità di destinare  l’ex ambulatorio come punto d’ascolto, del parcheggio, funzionale alla ristrutturazione della piazza.

In particolare è stato affrontato il problema del Passaggio a livello  sempre più sentito dai residenti di Ospedalicchio a causa dei disagi per le lunghe attese e per la conseguente congestione del traffico nella zona.  A tal proposito è stato fatto il punto della situazione sullo stato dell’arte anche alla luce della  ipotesi emersa all’esito della  recente conferenza preliminare dei servizi tenutasi il 28.03.2019 (realizzazione bretella che colleghi la zona industriale di Petrignano con quella di Ospedalicchio e contestuale superamento della barriera della linea ferroviaria mediante un cavalcavia).

Durante l’incontro è intervenuto il Senatore Domenico Benedetti Valentini, riferimento solido della destra umbra “oggi è cambiata la comunicazione, oggi conta più la comunicazione dei contenuti – afferma- bisogna fronteggiare tutto questo avendo dei contenuti, non si sconfiggono gli avversari con un twitter in più. Le persone non si improvvisano Paola Lungarotti parla di contenuti.  La sinistra è un ciclo finito, non ha più niente da dare, l’uguaglianza era la loro bandiera, è venuta meno come dimostrano i fatti. E’ legittimo pertanto che la destra diffusa governi anche negli enti locali. L’amministrazione di Bastia ha operato in maniera lodevole. L’Italia si costruisce dalle città, questo è il messaggio che lanciamo ai leader politici. Ripartiamo dalle città, consolidiamo le città e amiamo le città”,

Per Fratelli d’Italia Iacono Claudio sottolinea che la città è dei cittadini che devono sentirsi bene, sentirsi sicuri. “Quello che è importante è la percezione dei cittadini del sentirsi sicuri. Quindi attuare il controllo di vicinato anche via up con le quali si può fare segnalazione alla Prefettura.  Deve esserci sinergia tra Comune, forze dell’ordine e i cittadini, bisogna creare rete anche con agenzie private. Potenziare il sistema di videosorveglianza, tra pubblico e privato. Garantire la serenità nella partecipazione ad eventi. La famiglia deve tornare al centro della politica del territorio. Pensiamo alla tassazione che si adatta al nucleo familiare, bisogna dare ai giovani la tranquillità del futuro. Fondamentali nel nostro programma sono i servizi per disabili affinché vivano la città a 360 gradi. L’amministrazione comunale ha il compito di facilitare la loro vita, impegnandosi nel supporto indispensabile affinché siano veramente cittadini”

Daniele Brunetti, direttore sportivo, per Paola Lungarotti Sindaco sottolinea l’importanza della cultura dello sport, la creazione di un tavolo tecnico con le associazioni per progettare, programmare e gestire gli impianti sportivi. Impianti sportivi sostenibili per dare in mano alle associazioni impianti giusti per dimensioni e per gli utenti che vanno ad usufruirne. Ho fatto parte di “Ospedalicchio giovani” – dice- questa frazione ha questa grande forza con cui vogliamo collaborare. Questo stadio è stato ristrutturato in maniera adeguata, adesso bisogna riportare lo sport. Il Parco Acquatico dopo venti anni sarà realizzato con una vasca da 25 metri ad 8 corsie, 3 scivoli, laguna per bambini, 90 ombrelloni, campo da beach volley, servizio di ristorazione, punto di aggregazione per famiglie, bambini anziani. Di questo ha bisogno Bastia,  di impianti sostenibili, di migliorare quelli che già abbiamo, è stata finanziata la palestra di XXV aprile, la palestra delle scuole medie è in fase di ristrutturazione, l’illuminazione sarà installata allo stadio. Sempre per la lista Paola Lungarotti Sindaco il dottor Andrea Calabro anche coordinatore di “Energie per ltalia” che affronta il tema della viabilità, “un vostro concittadino è proprio Alessio Trecchiodi presidente del comitato “Ultimo Treno”. Se abbiamo l’alta velocità a Perugia lo dobbiamo a lui, Paola è una donna molto forte, capace è molto attenta a questo argomento. Il nostro obiettivo è potenziare il sistema di trasporto urbano, bus e mini bus ecologici o elettrici per collegare le frazioni al centro snellendo il traffico, ma anche valorizzare la metropolitana di superficie, il tram treno, unificare il sistema di ferrovia è molto importante. Franco Possati per la lista Forza Italia introduce il programma della coalizione parlando di urbanistica dicendo “conosco molto bene il territorio di Bastia, sento dire in questa campagna elettorale assurdità Il Piano regolare c’è, va aggiornato ma è importante sottolineare che correttamente lo consegna alla prossima amministrazione. A chi sostiene che toglierà le cubature voglio dire che il Comune di Bastia umbra è il Comune in Umbria che ha il più alto numero di metri quadrati di verde. Verde come verde pubblico. Noi viviamo in un paese di diritto e se un cittadino ha una proprietà dove è consentito edificare lo può fare, nessuno glielo può impedire. Non vi fate prendere in giro, parlano di cementificazione, non è la quantità dei metri cubi che fanno la qualità della vita ma la qualità. Con la superstrada gli ingressi di Bastia che erano via Roma e via Firenze non ci sono più, entriamo da dietro e adesso che finalmente abbiamo approvato il progetto per la realizzazione dell’ingresso alla città, voglio vederlo realizzato”.

Posted in Lungarotti Sindaco, Uncategorized.