Paola Lungarotti e la sua coalizione con i cittadini di Cipresso per illustrare il programma amministrativo dei prossimi cinque anni.

21 maggio 2019


“Chi ama questo paese lavora per questo paese. E’ una questione di bene e allora la Isa rimane, l’ex chiesa di Sant’Angelo rinasce… ” I candidati delle liste che sostengono Paola Lungarotti Sindaco intervengono per illustrare il programma amministrativo dei prossimi 5 anni, dopo aver incontrato tutti i cittadini, raccolto le loro esigenze. Incontri che continueranno sul territorio anche dopo che sarò eletta dice il candidato sindaco, il cittadino è al centro dell’amministrazione, i nostri incontri continueranno sempre per condividere quello che l’amministrazione farà, per condividere scelte e programmazioni”. Per Bastia Popolare Cunsolo Fabrizio afferma “i Comuni sono la realtà più vicina alle esigenze delle persone, sono realtà sociali prima che territoriali con proprie caratteristiche che vanno potenziate, sviluppate e accresciute ed è per questo che ho deciso di candidarmi come cittadino di bastia per Paola Lungarotti persona che io ritengo colta, preparata e competente”. Stefano Santoni per Fratelli d’Italia espone il programma cultura della sicurezza e viabilità. “Come Fratelli d’Italia la sicurezza su tutto il territorio è fondamentale, sicurezza per i nostri figli in tutte le aeree verdi che andranno migliorate con telecamere collegate con le forze di polizia. Sicurezza e sostenibilità alla persona, e alla famiglia, vogliamo realizzare le piste ciclabili, la strada lo permette è larga, una pista ciclabile che si ricongiunge con XXV Aprile, per la manutenzione stradale il nostro programma prevede da 800 mila a un milione di euro l’anno”. Daniele Brunetti sempre per Paola Lungarotti Sindaco riprende la cultura dello sport, la creazione di un tavolo tecnico con le associazioni per programmare e gestire gli impianti sportivi. Impianti sportivi sostenibili per gli utenti. “Il Parco Acquatico, Eden Rock, dopo venti anni sarà realizzato con una vasca da 25 metri ad 8 corsie, 3 scivoli, laguna per bambini, 90 ombrelloni, campo da beach volley, servizio di ristorazione, punto di aggregazione per famiglie, bambini anziani. Di questo ha bisogno Bastia,  di impianti sostenibili, di migliorare quelli che già abbiamo, è stata finanziata la palestra di XXV Aprile, la palestra delle scuole medie è in fase di ristrutturazione, il palazzetto sarà migliorato con il rifacimento del tetto, con l’illuminazione allo stadio”. Roberto Roscini  per Paola Lungarotti Sindaco dice che chi ama questo paese lavora per questo paese. E’ una questione di bene e allora la Isa rimane, l’ex chiesa di Sant’Angelo rinasce, chi vuol bene riesce a creare occasioni di lavoro, durante l’amministrazione Ansideri le imprese bastiole che hanno voluto investire per crescere lo hanno potuto fare a Bastia, nei periodi precedenti non è stato così. L’agevolazione tari triennale per le nuove attività, il finanziamento delle attività di promozione del territorio nel periodo natalizio, complessivamente il comune investe oltre 100 mila euro annui.

Il comune ha costituito presso la finanziaria regionale Gepafin un fondo di controgaranzia comunale di 100.000 euro per agevolare la concessione di finanziamenti alle piccole e medie imprese del territorio; attraverso questo strumento sono stati concessi 53 finanziamenti per un importo di oltre 4,5 milioni; tale intervento continuerà a produrre i suoi effetti anche in futuro.

Francesca Sforna per Bastia Popolare Cultura e turismo. Il nostro programma guarda alla Bastia di domani, ai giovani, alla cultura anche come crescita economia di Bastia tutta, turismo e marketing con l’Agenda della città, partendo dal Palio di San Michele come evento storico, eventi in ogni stagione. Entrare nel circuito dei tour operator per la promozione di percorsi storico artistici ed enogastronomici. Promuovere brand legati al cibo”. “Noi stiamo lavorando per realizzare a Bastia un centro, una mostra permanente di prodotti tipici umbri dell’agricoltura e dell’enogastronomia con una scuola di cucina.  Il turismo genera lavoro, abbiamo la fortuna di avere sul territorio le più grandi fiere organizzate presso il Centro Fieristico a livello nazionale e internazionale” conclude Franco Possati per Forza Italia.

Paola Lungarotti e la sua coalizione con i cittadini di Campiglione per illustrare il programma amministrativo dei prossimi cinque anni.

17 maggio 2019

“Una coalizione di persone serie, disponibili, preparate, con l’entusiasmo di tanti giovani che vogliono vedere realizzati tutti i progetti di riqualificazione di Bastia che in questi dieci anni sono stati “liberati” dagli errori amministrativi del passato, per valorizzare non solo il territorio ma l’organizzazione della macchina comunale, concretizzando uno staff per la progettazione europea e la realizzazione di un Tavolo Tecnico Permanente tra i soggetti della vita della città. Uno strumento dove tutte le Associazioni di categoria, industriali, commercianti, artigiani possono confrontarsi per creare una rete sinergica per uno sviluppo economico che riguarda tutta la città, una pianificazione a 360 gradi. La realizzazione di un tavolo tecnico permanente da parte dell’Amministrazione comunale sarà l’appuntamento dove verranno condivise le scelte dell’istituzione e della comunità non solo sul piano economico ma anche della sicurezza implementando l’uso delle telecamere, incentivando la messa a sistema di un circuito unico tra pubblico e privato”. Confronto e condivisione sempre con i concittadini, con l’impegno della squadra per la propria città – conclude Paola Lungarotti”. David Elmi per Fratelli d’Italia affronta proprio il tema della sicurezza, l’uso delle telecamere collegate ai commissariati di Polizia, l’ampliamento del corpo di Polizia Locale, e l’attenzione alla piaga sociale del bullismo che sarà portata nelle scuole con progetti specifici. Per la Lista Bastia Popolare, Francesca Sforna si presenta dicendo – “ho scelto di candidarmi con Paola perché lei ha un dono che altri non hanno, l’ascolto, e si fa prossima all’altro prima che l’altro lo chieda. Il nostro programma guarda alla Bastia di domani, alla cultura come spinta per l’economia di Bastia tutta, turismo e marketing con l’Agenda della città, partendo dal Palio di San Michele come evento storico. Entrare nel circuito dei tour operator per la promozione di percorsi storico artistici ed enogastronomici. Promuovere brand legati al cibo”. “Noi stiamo lavorando per realizzare a Bastia un centro, una mostra permanente di prodotti tipici umbri dell’agricoltura e dell’enogastronomia con una scuola di cucina.  Il turismo genera lavoro, abbiamo la fortuna di avere sul territorio le più grandi fiere organizzate presso il Centro Fieristico a livello nazionale e internazionale” conclude Franco Possati per Forza Italia. Il programma di Paola è per la persona nella sua totalità, Bastia è di tutti. La scuola di Bastiola ne è l’esempio, la riqualificazione in coworking solidale ricorda Pamera Marinelli per Paola Lungarotti Sindaco.  Tutti risentiamo della crisi dai liberi professionisti ai lavoratori dipendenti, l’Amministrazione ha previsto infatti per le imprese che trasferiscono la loro attività nel centro storico di Bastia o delle frazioni di Costano e Ospedalicchio un’esenzione Tari per i primi tre anni, abbiamo confermato le agevolazioni Imu per le abitazioni date in uso gratuito agli ascendenti/discendenti di primo grado. Va ricordato che riconosciamo una riduzione della Tari del 30% agli ultra sessantacinquenni e alle famiglie con portatori di handicap, in nessun Comune esiste un’agevolazione così e chi frequenta l’isola ecologica può accumulare fino a 150 euro di sconto all’anno.  Considerando una famiglia di tre persone, le tariffe sono aumentate a Bastia del 4%, negli altri comuni dall’8 al 12 %, solo a Umbertide e Città di Castello sono diminuite rispetto al 2018 perché hanno sul territorio una discarica”. Mirco Susta sempre per la Lista Paola Lungarotti sindaco affronta la cultura del sociale “per la mia esperienza come educatore parlo di anima, portare anima alle persone. Tra le azioni c’è l’abbattimento delle barriere architettoniche che vuol dire abbattere anche quelle mentali. Bastia è una città aperta, la nostra attenzione è rivolta anche a bambini con bisogni educativi speciali, ma chi di noi non ha bisogni? Siamo tutte persone con dei bisogni, ecco perché per noi è fondamentale mettere l’altro al centro, senza distinzione di età, è inutile correre da soli perché quando arrivi non c’è nessuno che ti aspetta.

Paola Lungarotti e la sua coalizione con i cittadini di Mezzo Miglio per illustrare il programma amministrativo dei prossimi cinque anni.

14 maggio 2019

“Con il senso di squadra che stiamo dimostrando per l’amministrazione, per Bastia tutta, e non per noi stessi, vogliamo realizzare insieme a voi un progetto valoriale per la nostra città, guardandoci sempre negli occhi. Bisogna sempre ammettere con onestà anche i propri limiti, valorizzare quello che è stato fatto,  perché per la nostra città  bisogna dare e fare il meglio”. Paola Lungarotti presenta i suoi candidati per la condivisione del programma amministrativo dei prossimi cinque anni. Rustici Ramon per Fratelli d’Italia “abbiamo ascoltato le vostre esigenze, oggi vi presentiamo il nostro programma. Un percorso iniziato dieci anni fa che oggi vi chiediamo di poter concludere. Tanto è stato fatto, Con Fratelli d’Italia e con questa coalizione ci stiamo occupando di sicurezza e sociale, aiutare le persone più fragili, anziani, disabili, minori. Rendere la città inclusiva, solidale, socialmente coesa. Promuovere politiche giovanili volte all’inserimento nel mondo del lavoro e alla partecipazione attiva. Potenziare e sviluppare i servizi e gli interventi in favore delle famiglie ma anche, residenze per anziani, per i più deboli, per aiutare le persone che vivono per strada o in estremo disagio anche attraverso la formula del co-housing. Importante istituire la figura del Garante dei Disabili, promuovere la cultura del “Dopo di Noi”, eliminare le barriere architettoniche, con spazi e aree verdi per tutti anche per portatori di handicap. Implementare le telecamere anche negli spazi verdi, su tutto il territorio, collaborazione oltre che con le forze dell’ordine anche con agenzie private di sicurezza, un protocollo già firmato”. Matteo Santoni per Bastia Popolare ricorda quanto questa amministrazione ha fatto per Bastia, 8 milioni di euro spesi solo per la scuola di XXV Aprile e la messa in sicurezza di tutte le scuole, l’Auditorium di Sant’Angelo polo di aggregazione culturale che accoglie più di centocinquanta eventi l’anno. Sentiamo progetti faraonici proposti dagli altri, in questi dieci anni è stato fatto tanto e noi continueremo a lavorare su azioni vere per il benessere di tutta la città. Per Paola Lungarotti Sindaco Valentina cavallucci “la nostra candidata saprà proseguire e potenziare il lavoro svolto dalla precedente amministrazione. Tra gli obiettivi del nostro programma su lavoro e impresa c’è la collaborazione inscindibile tra scuola e lavoro che si concretizza nella creazione di un polo agroalimentare con l’istituzione del corso di agraria presso Istituto Professionale per i Servizi Commerciali con la creazione da parte dell’amministrazione di una vetrina on line,

di una piattaforma on line di e-commerce gratuita per tutte le attività commerciali e di servizi di Bastia Umbra, coworking solidale fondamentale per far lavorare i giovani e i professionisti in sinergia”. Mauro Timi sempre per Paola Lungarotti Sindaco sottolinea che “siamo una colazione coesa e determinata che guarda alle prossime imminenti elezioni con fiducia ed entusiasmo perché convinta della validità del programma sviluppato insieme ai cittadini, un programma di idee, di innovazione, di competenze, di efficienza amministrativa e di politiche attive, attente ai bisogni veri della vita quotidiana. Il nostro obiettivo è di portare il cittadino al centro dell’azione politica e amministrativa il cittadino nel suo essere persona. Tutti i punti del nostro programma sono determinati e focalizzati sulla persona. Valorizzeremo per fare tutto questo le associazioni, le parrocchie, il ruolo delle consulte, in una rete sinergica con l’amministrazione con la creazione di ambulatori solidali, con l’attenzione al sociale. L’amministrazione sempre più vicina ai cittadini, a tutti i cittadini. Sarà costante e continuativa la presenza degli amministratori e dei consiglieri comunali sul territorio”. Franco Possati per Forza Italia parla proprio del nostro territorio, “sento dire in questa campagna elettorale assurdità dagli altri candidati per quanto riguarda l’urbanistica. Ripeto, il Piano regolare c’è, va aggiornato ma è importante sottolineare che correttamente lo consegna alla prossima amministrazione. A chi sostiene che toglierà le cubature voglio dire che il Comune di Bastia umbra è il Comune in Umbria che ha il più alto numero di metri quadrati di verde. Verde come verde pubblico. Noi viviamo in un paese di diritto e se un cittadino ha una proprietà dove è consentito edificare lo può fare, nessuno glielo può impedire. Non vi fate prendere in giro, parlano di cementificazione, non è la quantità dei metri cubi che fanno la qualità della vita ma la qualità. Con la superstrada, gli ingressi di Bastia che erano via Roma e via Firenze non ci sono più, entriamo da dietro e adesso che finalmente abbiamo approvato il progetto per la realizzazione dell’ingresso alla città, voglio vederlo realizzato”

Paola Lungarotti e la sua coalizione con i cittadini di XXV Aprile per illustrare il programma amministrativo dei prossimi cinque anni.

13 maggio 2019

“Determinazione, coraggio e forza. Faccio squadra – dice Paola Lungarotti – garantisco la squadra, rappresento la squadra, difendo le scelte. Troppe parole mi ritornano, sono stata scelta alla luce di quello che sono, le persone non si improvvisano. Molti di voi mi conoscono e conoscono la mia autorevolezza, non ho bisogno di padri, voglio raccogliere con voi questo progetto di Bastia in cui io e la mia squadra crediamo, per cui ci impegniamo con buon senso, con rispetto per la persona, per ogni persona. Capacità di legare i problemi dentro un disegno comune, di buon governo, guardandoci negli occhi. La nostra coalizione ha la conoscenza del territorio e dei suoi cittadini, sa leggere le necessità, vogliamo terminare un progetto che in solo dieci anni ha reso Bastia libera da veti incrociati, da errori amministrativi che avevano bloccato la realizzazione di numeroso opere come la casa della salute e dell’area San Marco. Crediamo in una città più bella, alla cultura del territorio, del lavoro, della solidarietà, della sicurezza”.

Il Sindaco Ansideri ricorda ai cittadini quanto è stato fatto in questi 10 anni. il report “La città che cambia, dieci anni di impegno, responsabilità, stabilità” è solo parte di una lavoro attento alla città, ricorda infatti la facilitazione dell’accesso al credito delle piccole imprese con la creazione di un fondo di garanzia per garantire, unitamente a Gepafin, il rimborso di finanziamenti concessi alle PMI di Bastia.

Più di 4 milioni di finanziamenti concessi dal 2013 al 2018.

Efisio Burreddo per Fratelli D’Italia “il benessere non può prescindere da una città sicura. La città deve essere a misura di cittadino. Ci impegniamo ad assumere 5 vigili in più, più telecamere e più telecamere ad infrarossi, potenziare il controllo di vicinato, già questa amministrazione ha siglato un protocollo con la Prefettura. Sicurezza è anche istituire come è scritto nel programma il Garante della Disabilità, una figura tra il Comune e le associazioni che vigila sull’operato, sui tempi di risposta alle esigenze dei disabili. Siamo molto sensibili ai temi del bullismo, della ludopatia, faremo tutte quelle azioni che devono rendere una città inclusiva.

Juri Spaccapanico per Bastia Popolare parlando di Cultura del territorio, afferma “vivo qui, ho visto cambiare, crescere XXV Aprile, mi sono candidato perché Paola ascolta i giovani, perché questa amministrazione ha fatto quello che ha promesso, è stata assegnato il diritto di superficie al rione Sant’Angelo e agli altri due rioni, è stata realizzata la scuola, la chiesa, la manutenzione stradale e i marciapiedi, c’è già l’approvazione per la palestra che sarà realizzata nell’ex tendone Sant’Angelo con un finanziamento di un milione e 300 mila euro. C’è in progetto la riqualificazione del percorso verde, perché XXV Aprile farà parte della Green Community, della realizzazione di una pista ciclopedonale turistica.

Francesco Fratellini sempre per la lista Bastia Popolare afferma “la nostra coalizione è per Bastia, per l’interesse della comunità non delle singole persone, quando vi dicono che  il sottopasso di via Firenze non sarà mai realizzato, non è vero,  è un’opera pubblica realizzata a scomputo a cura e spese del privato che realizza lo stralcio 2 del PAIM Franchi la cui esecuzione è garantita ampiamente dalla fideiussione di 5.5 milioni di euro. L’opera è già autorizzata con il permesso a costruire n 51 rilasciato a dicembre del 2016. Il privato inizierà i lavori entro 30 giorni dal collaudo dell’argine sul Tescio che attualmente è in fase di approvazione del progetto per cui Regione e Comune hanno finanziato 780 mila euro. Noi la città l’abbiamo cambiata, la scuola di XXV Aprile credo sia l’unica scuola del centro Italia costruita su dissipatori sismici perché la sicurezza dei nostri figli è fondamentale”.

Antonio Bagnetti per Forza Italia illustra il programma amministrativo parlando di ambiente. “Bastia ha investito tanto nella raccolta differenziata, siamo arrivati al 70%. Bisogna ricordare che nel 2012 la Regione ha dato vita ad un ente chiamato AURI, autorità umbra per rifiuti e idrico. Il contratto di servizio per la gestione integrata dei rifiuti tra l’Auri e l’ente comunale che non può essere inferiore a 15 anni è stato firmato dall’amministrazione Lombardi, il sindaco Ansideri ha potuto solo ratificarlo. Nel 2017 si è presentato un grande problema per lo smaltimento nella discarica di Borgogiglione prima chiusa poi riaperta. Non essendoci in previsione la realizzazione di nuovi impianti per smaltimento possiamo solo migliorare, raggiungere l’85% di raccolta differenziata di qualità”.

Valentina Pettirossi per Paola Lungarotti Sindaco presenta ai cittadini un tema centrale del nostro programma, la cultura del Lavoro. Il punto di forza è congiungere lo sviluppo della persona come lavoratore in base alla sua preparazione. Staff progettazione europea e marketing del territorio coordinato dal Sindaco. Creazione di un polo agroalimentare in collaborazione con enti, scuole, università e privati. Accademia dei mestieri. Coworking solidale nell’ex scuola di Bastiola uno spazio comune un contenitore di contenuti, di idee di professionisti e studenti che insieme lavoreranno in un’ottica di crescita.

Marco Fortebracci per Paola Lungarotti Sindaco sottolinea che l’ex scuola di Bastiola non sarà solo la sede del coworking ma anche la sede dell’accademia dell’arte, lo sviluppo della scuola di XXV Aprile accoglierà anche il Comprensivo 2, avrà servizi come palestra e refettorio perché per noi la persona è al centro, abbiamo ridato forza a questo quartiere, dove c’è scuola e chiesa c’è la vita della comunità.

Paola Lungarotti e la sua coalizione con i cittadini di Bastiola per illustrare il programma amministrativo dei prossimi cinque anni.

9 maggio 2019

“La persona al centro del nostro programma amministrativo nato incontrando le esigenze dei cittadini di Bastia. Noi guardiamo le persone negli occhi perché il bene comune è possibile solo con una fiducia che lega ogni nostra iniziativa per la città. Il 10% del bilancio è già dedicato all’aspetto sociale della nostra realtà, avete in mano il report dei nostri dieci anni di amministrazione, in una crisi economica senza precedenti abbiamo sempre mantenuto i servizi, onorando l’impegno che caratterizza una buona amministrazione. La famiglia è il cuore della città, stiamo realizzando i centri estivi anche in età scolare, a differenza di tutti gli altri l’impegno e l’onestà non è mai venuto meno e mai verrà meno”.  Paola Lungarotti parla ai cittadini di Bastiola, parla di azioni non di idee, del lavoro e della cultura d’impresa prima di tutto, ma anche sicurezza, parla di “noi” non di “io” perché i personalismi non fanno un Sindaco, solo il senso di comunità, solo l’appartenenza e la condivisione, solo con la ragione e il cuore si può amministrare il nostro territorio. Per la lista Forza Italia Stefania Casini parla di bene comune citando San Tommaso D’Aquino, la legge giusta, la legge che non avvantaggia qualcuno a discapito di qualcun altro ma garantisce la parità tra gli individui. Questo è il concetto che vede il potenziamento e lo sviluppo di servizi e di interventi in favore delle famiglie, con una maggiore flessibilità degli orari dei nidi, rafforzamento del CET, l’impegno a realizzare residenze per anziani, per i più deboli, attraverso la formula del co-housing , l’apertura di ambulatori solidali e punti di ascolto per fasce deboli con protocolli tra associazioni di volontariato creando una rete che possa aiutare realmente i cittadini.

Pamela Marinelli per la lista Paola Lungarotti Sindaco ricorda che lei è testimone del lavoro svolto da questa amministrazione sul territorio essendosi già candidata, “sono un tecnico, un geologo, conosco quello che è stato fatto rispettando sempre il verde, tutto quello che è stato tolto per costruire è stato ripiantato. Voglio vedere realizzati i progetti che in questi anni sono stati attuati con capacità e dedizione, con passione per una Bastia che diventerà spettacolare. Il programma di Paola è un programma che va dal contenitore al contenuto, alla persona nella sua totalità, Bastia di tutti, dai bambini, ai giovani agli anziani. La scuola di Bastiola ne è l’esempio, la riqualificazione in co-working solidale”. Giulio Provvidenza sempre per Paola Lungarotti Sindaco ricorda la realizzazione di un Co-working solidale presso la scuola di Bastiola, una volta trasferita nella nuova scuola di XXV Aprile, “è una necessità per la realtà della nostra città, per la valorizzazione dei giovani, per combattere il problema del lavoro, giovanile e non. Co-working solidale dove studenti, laureati, professionisti usufruiscono di spazi funzionali, uffici, aree studio e di progettazione per cooperare nello sviluppo di progetti inerenti a bandi europei, opere pubbliche, consulenze in aggiunta ai propri lavori privati. Il co-working è una risposta reale anche per quei professionisti che possono ripartire con l’abbattimento delle spese di gestione di un ufficio, aggiungendo esperienza ai giovani professionisti”.

Sforna Francesca per Bastia Popolare, afferma che la cultura è il trampolino di lancio per l’economia di Bastia, per il turismo, con l’Agenda della città per valorizzare tutti gli eventi di tutto il territorio. Con eventi che tutto l’anno nobilitano le nostre bellezze e il nostro territorio. La valorizzazione del Palio di San Michele come evento storico, entrare nel circuito dei tour operator per la promozione di percorsi storico artistici ed enogastronomici anche con promozioni, sull’acquisto di biglietti treno ed aereo, con l’organizzazione di eventi e iniziative da inserire nel calendario eventi del centro fieristico. Promuovere brand legati al cibo, per i turisti ma anche polo di attrazione per tutte le città umbre.

Per Fratelli d’Italia Bruschini Monica laureata in ingegneria civile,  “ho un’esperienza più che decennale in ingegneria civile in particolare nelle infrastrutture e  negli appalti pubblici. Per fratelli d’Italia e per il programma di Paola Lungarotti sicurezza come vivibilità, come rispetto delle leggi ma anche come messa in sicurezza e recupero del territorio, delle zone dove c’è necessità. Per quanto riguarda la solidarietà la famiglia come pilastro della società quindi tutte quelle azioni in aiuto alle famiglie e alle fasce deboli, bambini, anziani e disabili. Uno spazio riservato ai giovani, laboratori, per gli anziani anche centri di aggregazione, l’istituzione del Garante per la disabilità, l’abbattimento delle barriere architettoniche . Per noi il cittadino è il centro della città”.

Paola Lungarotti e la sua coalizione con i cittadini di Costano per illustrare il programma amministrativo dei prossimi cinque anni.

8 maggio 2019

“Città come comunità vuol dire guardare il tutto e valorizzare, avere il coraggio delle proprie azioni Le persone non si improvvisano. Avete in mano il report di quello che ha fatto questa amministrazione per Costano, 240 mila euro per il castello oggi ad uso del Gruppo Giovanile, 500 mila euro per la scuola primaria, ho scelto come Assessore alla Cultura di mantenere i servizi per tutti, come le uscite didattiche gratuite e risparmiare con l’etica del buon padre di famiglia sugli eventi, sempre di spessore e di grande interesse. In un anno e mezzo ho lavorato con 70 mila euro, valorizzando i nostri talenti e la nostra città”. Paola Lungarotti ha introdotto così i candidati della coalizione per presentare il programma amministrativo dei prossimi cinque anni, per Bastia Popolare Sforna Francesca che ha illustrato gli obiettivi e le azioni per “Cultura e Turismo”, Daniela Brunelli e Marco Fortebracci per “Cultura e sociale”, per “Cultura dello sport” Filiberto Franchi Forza Italia, per Fratelli d’Italia Giulia Pepsini “Cultura dell’Ambiente”.

Sforna Francesca per Bastia Popolare, afferma che la cultura è il trampolino di lancio per l’economia di Bastia, per il turismo, con l’Agenda della città per valorizzare tutti gli eventi di tutto il territorio. Con eventi che tutto l’anno nobilitano le nostre bellezze e il nostro territorio. La valorizzazione del Palio di San Michele come evento storico, entrare nel circuito dei tour operator per la promozione di percorsi storico artistici ed enogastronomici anche con promozioni, sull’acquisto di biglietti treno ed aereo, con l’organizzazione di eventi e iniziative da inserire nel calendario eventi del centro fieristico. Promuovere brand legati al cibo, per i turisti ma anche polo di attrazione per tutte le città umbre.

Filiberto Franchi illustra la realizzazione del Parco acquatico, dopo venti anni tornerà l’Eden Rock con una vasca da 25 metri ad 8 corsie, 3 scivoli, laguna per bambini, 90 ombrelloni, campo da beach volley, servizio di ristorazione, punto di aggregazione per famiglie, bambini anziani.  “A Bastia abbiamo oltre 40 società sportive con oltre 4200 atleti che in questi anni non hanno avuto lo spazio, impianti al coperto.  Dobbiamo dare la possibilità a tutti i ragazzi e a tutti gli atleti che hanno titoli italiani ed europei, dobbiamo dare loro un futuro. Uno dei nostri primi interventi è portare a compimento la palestra di XXV Aprile, dove stava il rione Sant’Angelo, abbiamo l’approvazione del Coni. Lì finalmente le società sportive potranno fare partite di campionato, rimetteremo le luci allo stadio Carlo Degli Esposti”.

Daniela Brunelli per Paola Lungarotti Sindaco parla di Cultura e sociale, del benessere, l’insieme delle condizioni per sentirsi persone e comunità. Di aiutare con azioni concrete le persone più fragili, anziani, disabili, minori. Rendere la città inclusiva, solidale, socialmente coesa. Promuovere politiche giovanili volte all’inserimento nel mondo del lavoro e alla partecipazione attiva

Questo è il bene comune sottolinea Marco Fortebracci per la lista civica, Paola Lungarotti Sindaco, le azioni del nostro programma sono aiuti concreti alle famiglie con maggiore flessibilità degli orari dei nidi, rafforzamento del CET ( Centro Educativo territoriale), aiuti per le prime cure in convenzione con le farmacie comunali, promuovere la cultura del “Dopo di Noi”, l’apertura di ambulatori solidali e punti di ascolto per fasce deboli, aiutare i giovani, lavorare sulla detassazione, per una politica che guarda tutta la città e tutte le persone

Per Fratelli d’Italia Giulia Pepsini, incoraggia i giovani a tornare parte attiva della politica anche se il messaggio mediatico nazionale mostra leader politici che si scontrano e si e si smentiscono in una sorta di gara a chi zittisce l’altro. “L’ascolto oggi è un privilegio raro, in questa coalizione ho trovato la motivazione in questo. Vogliamo procreare motivazioni, incrementare le idee con un’officina di idee, incrementare il lavoro giovanile con il Coworking. Mettiamo gratuitamente a disposizione uffici, per tanti giovani e tanti professionisti. Sono giovane e sono una professionista conosco bene le difficoltà per “iniziare”, questo è un aiuto fondamentale, mettiamo a disposizione un e-commerce, l’insieme delle attività di vendita e acquisto di prodotti effettuato tramite Internet per tutti gli esercizi commerciali e di servizi di tutto il territorio. Vogliamo motivare i talentuosi perché siamo pieni di talenti, artigiani, artisti, vogliamo aprire delle accademie, valorizzare la street art perché può far crescere il valore di un paese. Vogliamo creare motivazione alle famiglie”.

Paola Lungarotti e la sua coalizione con i cittadini di Ospedalicchio per illustrare il programma amministrativo dei prossimi cinque anni.

7 maggio 2019

“Bastia è una, nella sua totalità e nelle sue peculiarità. Ospedalicchio è una comunità vivace con tanti giovani che si impegnano. La capacità di guardare negli occhi ce l’ho, conosco quello che è stato fatto e quello che c’è ancora da fare ma mai andrò come stanno facendo da una parte all’altra facendo promesse che non si possono mantenere. Condivisione, collaborazione, nelle nostre liste ci sono dei vostri rappresentanti. Raccoglierò le vostre pluralità e le farò diventare progetto. Avete un gruppo di giovani eccezionale, un centro sociale funzionale, aggregativo e io non sono qui in campagna elettorale, sono qui con i miei candidati della coalizione con la promessa che ci rincontreremo almeno ogni sei mesi come farò in tutto il territorio per confrontarci sempre sui progetti in atto e sulle vostre necessità”. Paola Lungarotti saluta così la cittadinanza di Ospedalicchio prima di dare la parola per presentare il programma amministrativo dei prossimi cinque anni a Lucrezia Vitulano, Bastia Popolare  per presentare la “Cultura del territorio” intesa come interesse all’incremento del valore del territorio comunale sia  nella sua interezza,  sia nella specificità delle frazioni; Cultura e valorizzazione del territorio per migliorare la fruizione e percezione del territorio da parte dei cittadini, ma per favorire la sua identificabilità e conoscibilità, nonché per rendere il medesimo attraente dal punto di vista degli investimenti.

Sono state affrontate le problematiche più rilevanti e le proposte come indicato nel programma. Si è parlato dei marciapiedi e della necessità di realizzare a breve quello per il cimitero, di pista ciclabile, di sottopasso (per soli pedoni, biciclette e automobili)  per collegare l’abitato di Ospedalicchio alla zona industriale oltre la superstrada, della  possibilità di destinare  l’ex ambulatorio come punto d’ascolto, del parcheggio, funzionale alla ristrutturazione della piazza.

In particolare è stato affrontato il problema del Passaggio a livello  sempre più sentito dai residenti di Ospedalicchio a causa dei disagi per le lunghe attese e per la conseguente congestione del traffico nella zona.  A tal proposito è stato fatto il punto della situazione sullo stato dell’arte anche alla luce della  ipotesi emersa all’esito della  recente conferenza preliminare dei servizi tenutasi il 28.03.2019 (realizzazione bretella che colleghi la zona industriale di Petrignano con quella di Ospedalicchio e contestuale superamento della barriera della linea ferroviaria mediante un cavalcavia).

Durante l’incontro è intervenuto il Senatore Domenico Benedetti Valentini, riferimento solido della destra umbra “oggi è cambiata la comunicazione, oggi conta più la comunicazione dei contenuti – afferma- bisogna fronteggiare tutto questo avendo dei contenuti, non si sconfiggono gli avversari con un twitter in più. Le persone non si improvvisano Paola Lungarotti parla di contenuti.  La sinistra è un ciclo finito, non ha più niente da dare, l’uguaglianza era la loro bandiera, è venuta meno come dimostrano i fatti. E’ legittimo pertanto che la destra diffusa governi anche negli enti locali. L’amministrazione di Bastia ha operato in maniera lodevole. L’Italia si costruisce dalle città, questo è il messaggio che lanciamo ai leader politici. Ripartiamo dalle città, consolidiamo le città e amiamo le città”,

Per Fratelli d’Italia Iacono Claudio sottolinea che la città è dei cittadini che devono sentirsi bene, sentirsi sicuri. “Quello che è importante è la percezione dei cittadini del sentirsi sicuri. Quindi attuare il controllo di vicinato anche via up con le quali si può fare segnalazione alla Prefettura.  Deve esserci sinergia tra Comune, forze dell’ordine e i cittadini, bisogna creare rete anche con agenzie private. Potenziare il sistema di videosorveglianza, tra pubblico e privato. Garantire la serenità nella partecipazione ad eventi. La famiglia deve tornare al centro della politica del territorio. Pensiamo alla tassazione che si adatta al nucleo familiare, bisogna dare ai giovani la tranquillità del futuro. Fondamentali nel nostro programma sono i servizi per disabili affinché vivano la città a 360 gradi. L’amministrazione comunale ha il compito di facilitare la loro vita, impegnandosi nel supporto indispensabile affinché siano veramente cittadini”

Daniele Brunetti, direttore sportivo, per Paola Lungarotti Sindaco sottolinea l’importanza della cultura dello sport, la creazione di un tavolo tecnico con le associazioni per progettare, programmare e gestire gli impianti sportivi. Impianti sportivi sostenibili per dare in mano alle associazioni impianti giusti per dimensioni e per gli utenti che vanno ad usufruirne. Ho fatto parte di “Ospedalicchio giovani” – dice- questa frazione ha questa grande forza con cui vogliamo collaborare. Questo stadio è stato ristrutturato in maniera adeguata, adesso bisogna riportare lo sport. Il Parco Acquatico dopo venti anni sarà realizzato con una vasca da 25 metri ad 8 corsie, 3 scivoli, laguna per bambini, 90 ombrelloni, campo da beach volley, servizio di ristorazione, punto di aggregazione per famiglie, bambini anziani. Di questo ha bisogno Bastia,  di impianti sostenibili, di migliorare quelli che già abbiamo, è stata finanziata la palestra di XXV aprile, la palestra delle scuole medie è in fase di ristrutturazione, l’illuminazione sarà installata allo stadio. Sempre per la lista Paola Lungarotti Sindaco il dottor Andrea Calabro anche coordinatore di “Energie per ltalia” che affronta il tema della viabilità, “un vostro concittadino è proprio Alessio Trecchiodi presidente del comitato “Ultimo Treno”. Se abbiamo l’alta velocità a Perugia lo dobbiamo a lui, Paola è una donna molto forte, capace è molto attenta a questo argomento. Il nostro obiettivo è potenziare il sistema di trasporto urbano, bus e mini bus ecologici o elettrici per collegare le frazioni al centro snellendo il traffico, ma anche valorizzare la metropolitana di superficie, il tram treno, unificare il sistema di ferrovia è molto importante. Franco Possati per la lista Forza Italia introduce il programma della coalizione parlando di urbanistica dicendo “conosco molto bene il territorio di Bastia, sento dire in questa campagna elettorale assurdità Il Piano regolare c’è, va aggiornato ma è importante sottolineare che correttamente lo consegna alla prossima amministrazione. A chi sostiene che toglierà le cubature voglio dire che il Comune di Bastia umbra è il Comune in Umbria che ha il più alto numero di metri quadrati di verde. Verde come verde pubblico. Noi viviamo in un paese di diritto e se un cittadino ha una proprietà dove è consentito edificare lo può fare, nessuno glielo può impedire. Non vi fate prendere in giro, parlano di cementificazione, non è la quantità dei metri cubi che fanno la qualità della vita ma la qualità. Con la superstrada gli ingressi di Bastia che erano via Roma e via Firenze non ci sono più, entriamo da dietro e adesso che finalmente abbiamo approvato il progetto per la realizzazione dell’ingresso alla città, voglio vederlo realizzato”.

Paola Lungarotti e la sua coalizione con i cittadini di Borgo 1 Maggio per illustrare il programma amministrativo dei prossimi cinque anni.

5 maggio 2019

“La responsabilità è un tema costante per noi, ci sentiamo responsabili per ogni singolo cittadino e per la sua famiglia. Sono la voce della mia coalizione, la voce di una coesione che nasce sempre dai bisogni e si realizza attraverso il confronto, la scelta, la progettazione, la verifica e la valutazione. Nel nostro programma ci sono una serie di azioni per la nostra città realizzabili con il nostro impegno e la nostra motivazione, obiettivi per la città tutta. Siamo una comunità, questa è la cultura di appartenenza in cui noi crediamo, con entusiasmo vogliamo lavorare insieme per correggere ciò che è necessario, per dare spinta a ciò che dovrà essere finito di realizzare. I giovani sono il nostro capitale sociale e umano, sentiamo la difficoltà di questa generazione ma hanno ricchezza e potenziale che un’amministrazione sensibile saprà valorizzare”. Paola Lungarotti saluta così i cittadini di Borgo 1° Maggio, cultura del lavoro, del fare impresa, cultura del territorio e della sicurezza.

“Implementare il corpo di polizia locale quindi, aumentare la videosorveglianza, abbiamo firmato il protocollo con la Prefettura per quanto riguarda il controllo di vicinato. Avere una città a misura di cittadino dice Efisio Burreddu, avvocato, candidato di Fratelli d’Italia vuol dire, promuovere in maniera sistematica la cultura della sicurezza e della legalità, dell’impegno civico anche attraverso progetti con scuole, associazioni, con i soggetti del territorio (lotta al bullismo, ludopatia). Sicurezza vuol dire camminare per strada sentendosi al sicuro ma anche far valere i diritti per le persone che hanno dei disagi, istituire la figura del Garante dei Disabili, affinché queste persone siano garantite. Garantire che ogni tipo di azione nei confronti del disabile sia adempiuta, anche nelle tempistiche. Il Comune potrà agire, la tutela dei cittadini è fondamentale per una vita serena, abbiamo deciso infatti di promuovere anche la cultura del “Dopo di Noi” azione fondamentale per tutelare la famiglia quando non può più prendersi cura di un proprio familiare. Rendere i parchi pubblici accoglienti per tutti, con giochi anche per bambini portatori di handicap, solo così avremo una città civile, sicura e controllata”. Per Forza Italia Anna Rita Bartolucci sottolinea la cultura della sicurezza, l’attenzione di questa amministrazione al centro, ai quartieri e alle frazioni anche di notte con il protocollo d’Intesa con la Prefettura per il controllo di vicinato.

Valeria Morettini, commercialista, candidata per la lista di Bastia Popolare parlando di cultura del lavoro e del fare impresa, afferma che “in questi dieci anni di amministrazione ci siamo trovati ad affrontare una crisi economica senza precedenti, il Comune subisce le scelte della politica economica come le subiscono tutti i cittadini. Nel programma della coalizione che rappresento c’è il potenziamento della detassazione. E’ previsto infatti per le imprese che trasferiscono la loro attività nel centro storico di Bastia o delle frazioni di Costano e Ospedalicchio un’esenzione Tari per i primi tre anni, così come il potenziamento del fondo di garanzia comunale nato nel 2013 potenziato nel 2015. Fondo per le imprese che vogliono effettuare degli investimenti, imprese che  possono presentarsi agli istituti di credito per richiedere finanziamenti offrendo la garanzia di Gepafin, società partecipata dalla Regione Umbria. Abbiamo confermato le agevolazioni Imu per le abitazioni date in uso gratuito agli ascendenti/discendenti di primo grado, coordineremo l’agenda di Umbriafiere con le attività di tutto il nostro territorio, potenziando il legame tra il centro fieristico Umbriafiere e la città, sempre in sinergia con l’Ente Fieristico Regionale, con eventi come il Fuori Salone da sviluppare nel centro storico, nelle strade di Bastia, in tutte le frazioni e i quartieri. Finanzieremo una nuova copertura nelle aree oggi utilizzate con tendoni provvisori, tagliando i costi di noleggio pensando anche ad un impianto fotovoltaico per avere un risparmio energetico”.

Per Paola Lungarotti Sindaco Giulio Provvidenza, espone l’argomento del programma riguardante la cultura del territorio, il  sottopasso di via Firenze, “l’attuatore è il realizzatore del social housing – spiega – tra le opere come il secondo ponte sul Chiascio che collegherà il quartiere di XXV aprile deve realizzare anche il sottopasso. C’è sia il progetto approvato che i fondi per farlo. L’intervento della Regione e degli organi preposti per la messa in sicurezza degli argini del Tescio sta rallentando la realizzazione dell’opera. Entro 30 giorni dalla fine dell’argine, l’attuatore ha l’obbligo di iniziare i lavori. Parlando di cultura del territorio parliamo di piano regolatore, pronto, per onestà intellettuale non l’abbiamo approvato adesso perché dopo le elezioni chi amministrerà potrà mettere firma o taglio a questo strumento che è fondamentale per il futuro della città. E’ importante sapere che non c’è stato alcun aumento delle cubature”. Franco Proietti sempre lista Paola Lungarotti Sindaco che abita da tanti anni a Borgo 1° Maggio dice che non sono emersi problemi, importante però è il completamento e la riqualificazione dei marciapiedi e la manutenzione delle strade, possibile visto lo stanziamento 1 milione di euro all’anno per la manutenzione sistematica della viabilità”. Roberto Roscini, lista Paola Lungarotti Sindaco ricorda la famosa frase del Presidente John Fitzgerald Kennedy “Non chiederti cosa il tuo paese può fare per te, chiediti cosa puoi fare tu per il tuo paese”, questo è lo spirito di questa coalizione. L’impegno che questa amministrazione ha sempre onorato anche nel trovare le risorse per fronteggiare la crisi, la risorsa più grande forse è stata la concessione del metanodotto comunale che oggi permette al Comune di incassare 843 mila euro, nel 2009 solo 144 mila euro. Questo è l’esempio di una buona amministrazione ricorda, appena insediata la  seconda consiliatura c’è stato un taglio di un milione di euro da parte del Governo Renzi ciò nonostante abbiamo garantito i servizi ai nostri concittadini.

Paola Lungarotti e la sua coalizione con i cittadini di San Lorenzo per illustrare il programma amministrativo dei prossimi cinque anni.

3 maggio 2019

Paola Lungarotti presenta i candidati della coalizione per illustrare il programma amministrativo dei prossimi cinque anni.

Per Forza Italia Antonio Bagnetti sottolinea che il nostro Comune non ha emergenze a livello ambientale, ma la raccolta differenziata dei rifiuti per noi è un punto importante del programma. Realizzando il Centro di riuso presso l’isola ecologica, riorganizzare il Sistema di raccolta differenziata nelle zone industriali. Far entrare  a regime la Tari puntuale che premia i comportamenti virtuosi e riduce al minimo i rifiuti non riciclabili. Fornire apposite rastrelliere ai condomini per la corretta esposizione dei mastelli. Ampliare gradualmente le ecoisole automatiche sul territorio che andranno a sostituire l’attuale sistema dei cassonetti condominiali e mastelli. La raccolta differenziata, oggi a Bastia è il 70%, in Umbria il 63%. Bisogna ricordare che nel 2012 la Regione ha dato vita ad un ente chiamato AURI, autorità umbra per rifiuti e idrico. Il contratto di servizio per la gestione integrata dei rifiuti tra l’Auri e l’ente comunale che non può essere inferiore a 15 anni è stato firmato dall’amministrazione Lombardi, il sindaco Ansideri ha potuto solo ratificarlo. Nel 2017 si è presentato un grande problema per lo smaltimento nella discarica di Borgogiglione prima chiusa poi riaperta. Non essendoci in previsione la realizzazione di nuovi impianti per smaltimento possiamo solo migliorare, raggiungere l’85% di raccolta differenziata di qualità

Marilena Marino per Bastia Popolare parla di cultura della solidarietà e della coesione sociale, “Il bene comune coincide soprattutto con la qualità della vita umana, più che con la quantità delle disponibilità materiali… una visione adeguata del bene comune impone la dovuta attenzione alla qualità della vita”. (Bartolomeo Sorge). Proprio dal bene comune sottolinea Marilena, dipende la qualità della vita. Associazionismo, volontariato per coesione e inclusione con l’attenzione come è scritto nel programma alle persone più fragili, anziani, disabili, minori, giovani,  famiglie.  Quando parliamo di giovani pensiamo alle giovani coppie che cercano di comprare una casa a Bastia Umbra, giovani che cercano un lavoro o vogliono avviare un’attività. Ma anche creare uno spazio in Piazza Mazzini per attività intergenerazionali, considerare lo sport come sostegno anche per chi ha più difficoltà,  ma anche sostegno a tutti i centri sociali, visti come luogo di aggregazione per tutte le attività culturali ricreative e sportive.

Vivere in una città sicura vuol dire avere un’amministrazione che lavora bene. Implementare il corpo di polizia locale quindi, aumentare la videosorveglianza, abbiamo firmato il protocollo con la Prefettura per quanto riguarda il controllo di vicinato. Avere una città a misura di cittadino dice Efisio Burreddu, avvocato, candidato di Fratelli d’Italia vuol dire, promuovere in maniera più sistematica la cultura della sicurezza e della legalità, dell’impegno civico anche attraverso progetti con scuole, associazioni, con i soggetti del territorio (lotta al bullismo, ludopatia). Sicurezza vuol dire camminare per strada sentendosi al sicuro ma anche far valere i diritti per le persone che hanno dei disagi, istituire la figura del Garante dei Disabili, affinché queste persone siano garantite. Garantire che ogni tipo di azione nei confronti del disabile sia adempiuta, anche nelle tempistiche. Il Comune potrà agire, la tutela dei cittadini è fondamentale per una vita serena, abbiamo deciso infatti di promuovere anche la cultura del “Dopo di Noi” azione fondamentale per tutelare la famiglia quando non può più prendersi cura di un proprio familiare. Rendere i parchi pubblici accoglienti per tutti, con giochi anche per bambini portatori di handicap, solo così avremo una città civile, sicura e controllata.

Marco Fortebracci e Giulio Provvidenza per la Lista Paola Lungarotti Sindaco, riprendono i punti sul sociale espressi dalla coalizione di centro destra, sottolineano la persona, il bene comune si realizza quando l’amministrazione crea tutte quelle condizioni affinché la persona possa soddisfare la propria vita. Aiuto alle famiglie quindi, ai giovani. La scuola di XXV Aprile è una scuola sicura e a misura di bambino, gli anziani con la formula del co-housing, agevolazione fiscali, incremento agevolazione Tari centro storico; potenziamento del fondo garanzia comunale; conferma delle agevolazioni Imu per le abitazioni date in uso gratuito agli ascendenti/discendenti di primo grado.

Il Co-working solisale nell’ex scuola di Bastiola sottolinea Giulio Provvidenza non è solo uno dei punti del nostro programma, è un impegno per trasformare le idee in azioni concrete, è una necessità per la realtà della nostra città, per la valorizzazione dei giovani, per combattere il problema del lavoro, giovanile e non. Co-working solidale dove studenti, laureati, professionisti usufruiscono di spazi funzionali, uffici, aree studio e di progettazione per cooperare nello sviluppo di progetti inerenti a bandi europei, opere pubbliche, consulenze in aggiunta ai propri lavori privati. Il co-working è una risposta reale anche per quei professionisti che possono ripartire con l’abbattimento delle spese di gestione di un ufficio, aggiungendo esperienza ai giovani professionisti

Paola Lungarotti e la sua coalizione con i cittadini del centro storico, “Sociale, cultura, PRG”

2 maggio 2019

 “Siamo nella seconda fase dell’incontro con voi cittadini, prima l’ascolto, ora sinergia e confronto, uso il noi perché per questa amministrazione l’attenzione alla persona è al centro, il dieci per cento del bilancio annuale è destinato al sociale. Otto milioni e cento mila euro destinate alle scuole. Priorità e dedizione alla città, dobbiamo continuare in un processo di sviluppo e di innovazione con la consapevolezza della squadra, dell’impegno della squadra. La politica è anche etica, l’impegno non si assume per se stessi, ma per la città”.  Il candidato sindaco Paola Lungarotti accoglie la cittadinanza del centro storico per presentare il programma amministrativo con la sua coalizione. “Il nostro programma è fatto di azioni condivisione e obiettivi comuni, benessere della nostra città, cultura della città, dei valori. L’attenzione al sociale, alla scuola è stato sempre al centro in questi dieci anni, noi abbiamo la ludoteca gratuita, offriamo già le uscite didattiche senza limitazioni di numero per tutto l’anno scolastico, è stato istituito il tavolo tecnico per le pari opportunità, lo sportello di ascolto contro la violenza sulle donne. Abbiamo asili nido all’avanguardia. Organizziamo centri estivi per bambini in età prescolare e da quest’anno, ringrazio i genitori per questo, avremo la possibilità di organizzare centri estivi in età scolare. Con i giovani delle nostre liste, con tutti i nostri candidati lavoreremo con l’entusiasmo del bene. Fratelli d’Italia con Francesca Del Bianco inizia il suo intervento parlando di fiducia. “Conosciamo i problemi di Bastia perché ci riuniamo tutto l’anno per parlarne, perché siamo professionisti, persone che tutti i giorni viviamo Bastia”. Vicinanza e senso di appartenenza al territorio quindi. “Nel programma del Candidato Sindaco Paola Lungarotti ci sono una serie di iniziative e soluzioni ai problemi dei cittadini che oggi si possono risolvere”. Franco Possati candidato per Forza Italia parlando di urbanista precisa che il Comune di Bastia ha la più alta percentuale pro capite di verde per ogni abitante. “Questa amministrazione ha approvato tutti quei piani che le precedenti amministrazioni non avevano portato a termine. Ci sono state lungaggini burocratiche, faccio l’esempio del sottopasso di via Firenze, approvato e finanziato, l’intervento della Regione, il Pai, per la messa in sicurezza degli argini sul Tescio ha rallentato l’esecuzione. Importante, vista la crisi dell’edilizia far lavorare i professionisti di Bastia, per la rivitalizzazione del centro storico di cui tanto si parla, sono felice di far parte di questa coalizione perché i tempi sono maturi, questa amministrazione ha approvato due progetti, recupero Piazza del mercato e area ex Pic. Un percorso bello che porta dal centro fieristico a Piazza Mazzini. L’accordo dell’amministrazione uscente con la facoltà di Ingegneria di Perugia farà un’analisi per progettare le funzioni reali del centro. Solo così diventerà un ambiente vivo”. Francesco Fratellini per Bastia Popolare continua il discorso sull’urbanistica parlando del PRG, della Bastia del domani. “Questa amministrazione ha saputo approvare tanti piani urbanistici bloccati da una contrapposizione politica all’interno della stessa maggioranza che governava. Abbiamo iniziato l’iter del Piano regolatore nove anni fa sottolinea, dando l’incarico all’architetto Foa, siamo andati avanti ed è stato approvato un documento programmatico che detta le linee guida per il futuro, la prima, l’assoluta mancanza di consumo di suolo. Il nuovo piano regolatore dovrà individuare le aree di atterraggio per i volumi da delocalizzare. Questo è quello che è dentro il nostro piano regolatore ma intanto abbiamo superato tutte le problematiche che ci hanno preceduto, dal sottopasso di via Firenze approvato il 21 dicembre 2016, all’area Pic, area Franchi, ex mattatoio. Anche la Petrini-Mignini ha depositato poco tempo fa l’intervento di recupero di quell’area, un intervento socio sanitario per una clinica, una casa di riposo diurno per anziani, un valore aggiunto per la città. Tutto questo porta alla rivitalizzare il centro,  le stesse palazzine dell’area Franchi si affacciano sull’ansa del fiume che diventerà un parco. Abbiamo consentito inoltre la delocalizzazione della Isa, facendo rimanere l’azienda nel nostro territorio, la Dondi, portando così a Bastia aziende di logistica”. Daniela Brunelli per Paola Lungarotti Sindaco parla di Cultura e turismo, del benessere, humanitas, l’insieme delle condizioni, la pienezza di sentirsi persone e comunità. Bisogna promuovere l’identità del nostro territorio, l’appartenenza, per potenziare i nostri servizi, l’incontro come socializzazione e integrazione. Gli obiettivi sono azioni nel nostro territorio, nel raccordare passato e presente, la cultura come ricchezza economica per la città per sviluppare il lavoro giovanile. Il turismo può essere una fonte di ricchezza, sinergia tra tutte le forze del territorio come è scritto nel programma, brand, far conoscere i luoghi dell’anima di tutta Bastia anche fuori della nostra regione con tour operator, scontistiche sui trasporti, valorizzando l’enogastronomia e le tradizioni che ci caratterizzano.  Luigi Errico sempre per la lista Paola Lungarotti Sindaco chiude gli interventi ponendo l’attenzione su tutti le azioni espresse nel programma della coalizione, perché ogni giorno i cittadini incontrano difficoltà ed hanno bisogno di un Sindaco come Paola Lungarotti.

Gli incontri con i cittadini per condividere il programma continueranno il 5 maggio nel centro sociale di Borgo 1°Maggio, il 7 maggio ad Ospedalicchio, l’8 maggio a Costano, il 9 a Bastiola, il 13 a XXV Aprile, il 14 a Mezzo Miglio, il 17 a Campiglione e il 21 maggio a Cipresso.

www.paolalungarottisindaco.it